Audes, la società padovana reclama i 60 mila euro che avanza dal Genoa calcio

del 05.09.2014

Audes Group Srl contro il Genoa. Il tribunale ordinario di Padova ha imposto il pagamento di 60 mila euro alla società calcistica di serie A, come richiesto da Audes, azienda leader nel settore dell’abbigliamento sportivo della zona industriale. «Una cifra che forse non è nemmeno pari allo stipendio mensile medio di uno dei giocatori della rosa, eppure siamo stati costretti ad arrivare a questo punto» afferma Alessandro Bozzoli, titolare dell'azienda.

E' proprio lui a spiegare come si è evoluta la vicenda. «Da diversi anni forniamo abbigliamento al Genoa, ma l'ultimo ordine, dell'agosto 2013, risulta ancora inevaso. Dopo avere ignorato la fattura del febbraio 2014 siamo riusciti a contattarli solo ad aprile» racconta Bozzoli. «Ci hanno proposto un pagamento dilazionato in quattro rate, delle quali solo la prima delle quali è stata saldata, circa 15 mila dei 75 mila euro che ci spettavano. L’ingiunzione di pagamento non ha smosso le acque e a oggi non riceviamo che vuote assicurazioni da parte del Genoa. Abbiamo provato in tutti i modi a evitare di arrivare a questo punto ma ora come ora non possiamo che procedere con l’azione esecutiva».

Come sottolineato, l'ammontare in ballo è poca cosa rispetto agli stipendi milionari dei calciatori di serie A. «E' proprio questo che fa specie. Tra l'altro  le collezioni che abbiamo prodotto sono in vendita nel loro store e riscuotono notevole successo. L’impressione che abbiamo è che si tratti della brutta abitudine, sempre più frequente in questi anni di crisi in Italia, di finanziarsi alle spalle dei fornitori».

Per ulteriori informazioni su Audes visita www.audes.it.

Diego Zilio
Ufficio Stampa Confapi Padova
stampa@confapi.padova.it

/Argomenti