Diventa Socio
Iscriviti alla Newsletter
Iscriviti alla Newsletter
Ritorna a Confapi Padova

«PER LE LAMIERE TEMPI DI CONSEGNA RADDOPPIATI E PREZZI SALITI IN MEDIA DEL 40%»

ZORZO.jpg

L’esperienza della Officine Zorzo a Villa del Conte

 

Officine Zorzo è specializzata in lavorazioni metalliche e carpenterie. E, come spiega Fabio Zorzo, che guida l’azienda di Villa del Conte (più di un’ottantina di dipendenti, circa 14 milioni di fatturato), il tema dei rincari delle materie prime la tocca molto da vicino.

Da ottobre a oggi avete dovuto fare i conti con rincari per l’acquisto di materie prime?

«Sì, in quasi tutte le tipologie di lamiere con cui lavoriamo».

Può quantificarli?

«La media è tra il 30 e il 40%, ma è chiaro che il prezzo dipende da molti fattori: noi acquistiamo parecchie tonnellate e riusciamo a contenere i costi, ma in alcuni casi, per pezzi particolari, si supera il 100%».

Da ottobre a oggi avete dovuto fare i conti con ritardi nelle consegne?

«Sì, i tempi di consegna in certi casi sono quasi raddoppiati, passando, in media, da una quindicina di giorni di prassi alle quattro settimane di oggi».

Gli eventuali ritardi sono diventati più pesanti nel tempo?

«Sì, a ottobre non avvertivamo il problema, ora sì. Poi dipende anche dal tipo di taglio che ci serve».

Che previsioni vi sentite di fare sull’andamento dei prezzi delle materie prime nei prossimi 6 mesi?

«Si sentono previsioni di ogni tipo, non so quanto siano affidabili. La mia esperienza mi porta a pensare che non sia stato ancora raggiunto il picco massimo, ma che ci siamo vicini. Poi ci auguriamo ci sia una discesa. Guardate che le conseguenze alla fine le pagheranno i cittadini, perché, per fare un esempio, se noi lavoriamo per produrre una macchina con cui fare pasta e quella macchina invece che un milione costerà un milione e 200 mila euro, è ovvio che aumenterà il prezzo della pasta che troveremo nei supermercati».

Avete di conseguenza aumentato i prezzi dei vostri prodotti nella stessa percentuale?

«La questione è complessa, perché lavoriamo ancora su commesse programmate a fine 2020, quando i prezzi erano notevolmente più bassi e gli aumenti non erano prevedibili. Tant’è che ci sono fornitori e clienti nel settore che preferiscono persino annullare lavori e pagare penali per non rimetterci. Per quanto ci riguarda, lavorando su contratti già stipulati, stiamo cominciando ora ad adeguare i prezzi. L’aumento varia da prodotto a prodotto a seconda dell’incidenza del materiale, ma in media se i rincari sono del 40% gli aumenti si attestano attorno al 20-25%».

 

Diego Zilio

Ufficio Stampa Confapi Padova

stampa@confapi.padova.it

Condividi su
Stampa Stampa «PER LE LAMIERE TEMPI DI CONSEGNA RADDOPPIATI E PREZZI SALITI IN MEDIA DEL 40%»

RESTA AGGIORNATO,

Iscriviti alla newsletter